Consigli per investire in borsa

Consigli per investire in borsa

Se per anni investire in Borsa è stata un’attività per pochi, oggi, grazie alle modalità di accesso telematico, è diventato più economico ed accessibile anche ai piccoli investitori. Ecco alcuni suggerimenti su come investire in Borsa.

Cosa significa investire in Borsa

Quanti desiderano scoprire come investire in Borsa devono innanzitutto sapere che cos’è la Borsa. La Borsa è un mercato finanziario adibito allo scambio di strumenti finanziari e valute. Questi titoli possono riguardare le azioni di grandi società, le obbligazioni, le valute, le materie prime, ma anche i prodotti derivati, come futures, Eft, CFD e opzioni. Con la trasformazione digitale dell’economia e della società, la Borsa è diventata un mercato telematico e le negoziazioni sono migrate ad un sistema di reti informatiche interconnesse.

Giocare in Borsa significa trasferire il denaro dei risparmiatori verso gli emittenti dei titoli finanziari, che ottengono così il denaro necessario alla realizzazione di investimenti. Sui mercati si acquista se si mira ad un rialzo e si vende se si prevede un ribasso. L’acquisto di titoli azionari garantisce anche la partecipazione alla distribuzione dei dividendi. Esiste inoltre una pratica, detta vendita allo scoperto, che consiste nello scommettere contro l’andamento di un titolo, cioè sul suo ribasso nei giorni a venire.

Uno degli aspetti più importanti da considerare quando si decide di giocare in Borsa è la durata dell’investimento. Sul breve e medio periodo, l’investimento in azioni non dovrebbe essere preso in considerazione. Man mano che si allunga l’orizzonte temporale si possono affrontare rischi rilevanti e con maggiori potenzialità di rendimento.

Come investire in Borsa

Come investire in Borsa

Chi vuole investire in Borsa deve essere un intermediario o agire tramite intermediari. Il luogo predisposto all’acquisto di titoli è la banca, che, attraverso un consulente finanziario, propone al cliente diverse soluzioni e acquista o vende le azioni a suo nome. Oggi però è disponibile un’altra modalità di accesso ai mercati finanziari: si tratta del trading online, che permette di negoziare prodotti finanziari direttamente dal pc attraverso apposite piattaforme di investimento. Attualmente nel nostro Paese la compravendita di titoli online rappresenta una buona fetta del controvalore scambiato su azioni italiane e estere. Inoltre negli ultimi anni la speculazione si è spostata sui mercati OTC (Over the Counter), piazze di scambio esterne alla regolamentazione.

Il trading online è un’attività seria, per quanto non esente da rischi. Per distinguere i broker seri da quelli abusivi basta controllare sul sito della Consob che abbiano ricevuto il via libera dall’Autorità. Oltre a scegliere un operatore onesto, gli investitori devono tenere nella giusta considerazione il proprio profilo di rischio e le proprie conoscenze rispetto ai vari prodotti finanziari scambiati su queste piattaforme. Lo studio e la formazione sono presupposti imprescindibili per investire in Borsa e ottenere risultati interessanti. Vale anche la pena ricordare che, per sua natura, la Borsa è imprevedibile e richiede la capacità di adeguarsi in fretta all’andamento dei prezzi.

Pur non essendo un mondo dorato di facili guadagni, il mercato della Borsa offre infinite possibilità per far fruttare i propri risparmi, ma è un’attività alla quale occorre avvicinarsi con cautela.